';
Efficientamento energetico e riqualificazione energetica

Impianti Tecnologici

  • EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

    L’“efficientamento energetico” è un processo che comprende l’insieme delle azioni di programmazione, pianificazione, realizzazione e l’adozione di tutte le soluzioni tecniche e tecnologiche finalizzate a “consumare meno energia” ottenendo gli stessi risultati avuti con i normali comportamenti abituali e che si basa principalmente su: razionalizzazione dei consumi, uso proficuo delle fonti rinnovabili e impiego di tecnologie più efficienti.

  • RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

    Il Protocollo di Kyoto, che venne firmato nel 1997 da più di 180 Paesi partecipanti e che è entrato in vigore nel 2005, è l’accordo globale sul clima che impone dei limiti alle emissioni di CO2 dei Paesi industrializzati. Le nuove politiche d’incentivazione degli interventi di efficienza energetica, nate dalla necessità del raggiungimento degli obiettivi dettati da tale Protocollo puntano sulla “riqualificazione energetica” comprendendo l’insieme delle strategie di regolazione e l’ottimizzazione dei consumi energetici, facendo leva sui sistemi di produzione dell’energia e sulle procedure di utilizzo.
    Una maggiore “consapevolezza energetica” e un mirato processo di “riqualificazione energetica” comportano pertanto: un “risparmio economico” e la “salvaguardia ambientale”: il tutto promosso dalle normative nazionali in vigore con “incentivi” sottoforma di “detrazioni fiscali” (detrazioni IRPEF o IRES).

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

L’“efficientamento energetico” è un processo che comprende l’insieme delle azioni di programmazione, pianificazione, realizzazione e l’adozione di tutte le soluzioni tecniche e tecnologiche finalizzate a “consumare meno energia” ottenendo gli stessi risultati avuti con i normali comportamenti abituali e che si basa principalmente su: razionalizzazione dei consumi, uso proficuo delle fonti rinnovabili e impiego di tecnologie più efficienti.

efficientamento-energetico

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

Il Protocollo di Kyoto, che venne firmato nel 1997 da più di 180 Paesi partecipanti e che è entrato in vigore nel 2005, è l’accordo globale sul clima che impone dei limiti alle emissioni di CO2 dei Paesi industrializzati. Le nuove politiche d’incentivazione degli interventi di efficienza energetica, nate dalla necessità del raggiungimento degli obiettivi dettati da tale Protocollo puntano sulla “riqualificazione energetica” comprendendo l’insieme delle strategie di regolazione e l’ottimizzazione dei consumi energetici, facendo leva sui sistemi di produzione dell’energia e sulle procedure di utilizzo.
Una maggiore “consapevolezza energetica” e un mirato processo di “riqualificazione energetica” comportano pertanto: un “risparmio economico” e la “salvaguardia ambientale”: il tutto promosso dalle normative nazionali in vigore con “incentivi” sottoforma di “detrazioni fiscali” (detrazioni IRPEF o IRES).

riqualificazione-energetica